In “Per lanciarsi dalle stelle”, Sole ha paura di dichiararsi al ragazzo di cui è innamorata da sempre. Se anche voi l’avete, nessun problema: oggi lo scrittore Diego Galdino, il Nicholas Sparks italiano, ci spiega perché non c’è niente da temere, a partire dal suo ultimo romanzo, “L’ultimo caffè della sera”.

 

“Sai, penso che spesso ci sia troppa paura di dire quello che si pensa, nel bene e nel male, ho la sensazione che la gente non voglia mai osare. Tu invece hai osato.”
Quella frase non era stata buttata lì tanto per dire, era un invito a continuare a essere coraggiosi, a fidarsi delle sensazioni, della famosa vocina interiore che ti dice, o ti consiglia, di dare retta al tuo cuore, di perdere la testa, anche solo per un minuto. Perché in un minuto possono succedere tante cose che non succedono in una vita intera. E Massimo la sua vocina interiore l’ascoltò, prese il coraggio tra le braccia e fece diventare quel minuto un ricordo da custodire gelosamente nell’album di una storia, quello su cui hai scritto con la penna in fondo alla prima pagina: quando è iniziato tutto.
“Ti va di venire a cena con me?”
Il coraggio ci fu, ma non era stata la vocina interiore a parlare, era stato Massimo, che aveva fatto uscire dalle labbra un sussurro tremolante, come se fosse preoccupato che potesse arrivare da parte della ragazza una risposta affermativa, perché tu puoi dormire, ma i tuoi demoni non dormono mai. Fortunatamente, per tutti e due, Mina sapeva esplodere in molti modi – di rabbia, di felicità, di passione – e quando una mina esplode il botto si sente sempre. Per questo la risposta di Mina arrivò alle orecchie dei demoni di Massimo forte e chiara e li mise a nanna almeno per il momento.
“Certo, volentieri. Ma il ristorante lo scelgo io.”

 

A una persona che ha paura dell’amore, o di dichiararsi a chi ama, direi che le cose belle non fanno mai paura, come le favole della Disney hanno sempre il lieto fine, come chi ama il calcio e si mette in barriera su un calcio di punizione e non si copre la faccia perché vive nella convinzione che qualcosa di bello come la palla non potrà mai farti del male. Direi a questa persona che il rumore che fa l’amore quando arriva è Puff! Sì Puff! Come una magia… E quando si ha la magia dentro non si deve aver paura di niente e di nessuno…

 

Diego

 

Diego Galdino (classe 1971) vive a Roma e ogni mattina si alza alle cinque per aprire il suo bar in centro, dove tutti i giorni saluta i clienti con i caffè più fantasiosi della città. Con Sperling & Kupfer ha pubblicato il suo romanzo d’esordio, Il primo caffè del mattino(di cui sono stati venduti anche i diritti cinematografi ci), e Mi arrivi come da un sogno. I suoi libri sono tradotti con successo in Spagna, Germania e Polonia.